Portare un angelo nella propria vita

La via della Scienza iniziatica senza tempo della Tradizione Essena si apre al mondo esterno e ci permette, al giorno d’oggi, di prendere l’impegno di «portare un Angelo, una virtù» nel nostro quotidiano, attraverso la pratica di un rituale sacro, al fine di onorare la parola divina data all’umanità dai nuovi Vangeli Esseni degli Arcangeli. Se abbiamo la possibilità di portare un Angelo nella nostra vita è perché il mondo degli Angeli si è associato, tramite un’Alleanza di Luce, al progetto della Ronda degli Arcangeli e alla Nazione Essena.

È attraverso l’alleanza con un Angelo che ci viene data l’opportunità di aprire e seguire questo cammino verso la Luce del mondo divino, che è l’unica a poter dissipare le oscurità della notte. È in occasione delle grandi Celebrazioni degli Arcangeli che si svolgono in Italia, tramite un impegno sigillato da una consacrazione, che si entra nel cerchio della «Ronda degli Arcangeli».

La Ronda degli Arcangeli si svolge nell’arco di un anno. Si articola in 4 moduli principali della durata di 3 mesi. Ciascuno di essi comincia con le 4 grandi feste essene annuali, in corrispondenza dei cambiamenti di stagione: i solstizi d’estate e d’inverno, e gli equinozi di primavera e d’autunno. Questo evento è il più antico metodo presente, ancora oggi più che mai, che permette, grazie al potere magico, di collegarci al mondo Divino e costruirci un corpo di Luce (o corpo d’immortalità). È stato il Maestro Enoch, primo Uomo-Dio, ad aver ritrovato il cammino verso il mondo Divino, dopo la caduta, avviando il percorso d’iniziazione. È stato il primo ad aver celebrato il mistero Divino sulla Terra ed è diventato il padre fondatore dell’ininterrotta stirpe dei Maestri e delle Maestre, o Figli del Sole, della Tradizione del popolo dei Figli della Luce, gli Esseni. Una stirpe di Maestri, custodi di questa Tradizione, è allora apparsa nel corso della storia, come tra l’altro: I Faraoni dell’Egitto, i Profeti di Israele, i Manichei, i Bogomili, i Templari, i Catari…e così via.

Oggi, circa sette secoli dopo la profezia fatta nel 1309 da Bélibaste, l’ultimo profeta cataro: “Tra 700 anni, l’alloro rinverdirà», il cuore dei Catari e la Tradizione Essena risorgono dalle proprie ceneri attraverso la Ronda degli Arcangeli. La Ronda degli Arcangeli è una magia molto potente, una scrittura divina sulla terra: costituisce il corpo di Dio. È una benedizione, un tesoro che ha lo scopo di far partecipare «la Terra intera», intesa come il più grande numero di esseri possibile, a questo cerchio di protezione che è sotto l’autorità delle forze della Luce e, pertanto, intoccabile dalle forze oscure grazie ad un’Alleanza che è stata realizzata dal Maestro Esseno, Olivier Manitara, fondatore della Nazione Essena Contemporanea.

La Ronda degli Arcangeli è accessibile a tutti gli esseri: non importa quale sia la loro religione o le loro credenze. È un legame che collega autenticamente e profondamente tutte le religioni tra loro: costituisce un potente legame di luce che può guidare tutti verso i mondi superiori. Da essa è nato il Cerchio degli Angeli: sono uomini e donne che si impegnano a prendersi cura del Divino nell’umanità e nella loro vita, aprendo così la via dell’Uomo-Angelo. È tramite questo “metodo” magico che si avvia e si costruisce il corpo d’immortalità, ora reso accessibile a tutti coloro che si impegnano in questo grande cerchio di Alleanza e di protezione, che è la Ronda degli Arcangeli. Il primo passo è di entrare nella Ronda degli Arcangeli e celebrare le 4 stagioni: ovvero i 4 elementi nel lato visibile, i quattro Arcangeli nel lato invisibile.

Gli Arcangeli sono i rappresentanti del principio del Padre, di Dio e della sua intelligenza superiore. Sono le autentiche guide dell’umanità, le quali si sono sempre espresse sia attraverso le parole che gli atti eroici di tutti i grandi Maestri e le grandi Maestre spirituali dell’umanità: da Enoch a Zoroastro, a Ermete Thot, a Mosè, Buddha, Lao Tseu, Gesù, Mani e più vicino a noi tramite Rudolf Steiner, Peter Deunov, Omraam Mikhaël Aïvanhov e Olivier Manitara.

Quando entri, come Esseno, nella Ronda degli Arcangeli vieni collegato, in modo collettivo, all’Angelo della Ronda degli Arcangeli, prendendo l’impegno di fare un piccolo rito quotidiano per rinforzare il legame con il tuo Angelo e onorare il mondo divino.

Questo Angelo è il custode di una Virtù e questa virtù sarà il tuo punto di contatto con il tuo Angelo. Questo Angelo è il messaggero del Divino nella tua vita, è lui che ti guiderà anche nel dopo-vita se ti prenderai cura di Lui, quindi del piccolo seme che depositerà all’interno di te, che è come un potenziale infinito. Attraverso questo impegno, riceverai la benedizione di un Angelo, che diventerà il tuo compagno di vita. Questa unione viene incisa in una pietra verde di giada nefrite e viene potentemente attivata in occasione di ogni Celebrazione stagionale degli Arcangeli. Collegarsi in modo attivo alla Ronda degli Arcangeli è uno dei metodi più potenti che esistono oggi, ed è una grande Benedizione sul tuo cammino di Luce.

Per sapere come partecipare alle Celebrazioni della Ronda degli Arcangeli o come diventare scrivere a: info@nazione-essena.it