TV & RADIO “potenti strumenti di ipnosi”

Fino a non molto tempo fa, gli uomini fondavano le loro famiglie e si riunivano in gruppi per vincere le loro paure. Ora, si rifugiano nella televisione, nella radio, nella musica… Il mondo intero è strutturato per distrarre gli uomini, per distogliere l’attenzione da loro stessi, da ciò che è essenziale per la loro vita. Si separano gli uni dagli altri e cercano rifugio in un mondo totalmente falso, fatto di rumore, di stupidità, di menzogne. Dietro a tutto questo, ci sono degli esseri che vogliono addormentare la coscienza umana e impedirne il risveglio. Gli uomini pensano che un tale comportamento sia senza conseguenze, ma questo è totalmente falso: dietro a tutto questo, c’è o la vita vera o la vita che conduce alla negazione di Dio. Non sto dicendo che ne sia la negazione, dico che conduce a….

Come l’ipnosi, la suggestione e la menzogna hanno invaso la percezione umana

Gli “esseri del nulla” e della morte sono una luce ingannevole e il loro scopo è quello di addormentare le coscienze. L’uomo si addormenta per dimenticare. Ci sono diversi modi di dormire e persino di parlare, di lavorare, di vivere. L’uomo può essere profondamente addormentato e i suoi sensi usurpati. I sensi dell’uomo sono facili da ingannare.
Questa scienza si chiama ipnosi. L’intelligenza che aspira ad impadronirsi dell’umanità la conosce e la mette in pratica attraverso la tecnologia moderna. Anche gli Esseni conoscono questa scienza, ma la vogliono utilizzare per collegarsi a ciò che è Vero, per rinforzare il loro discernimento, aprire il loro stesso Spirito e coltivare la volontà e l’energia creativa. Il corpo dell’uomo non è una macchina. Esso è un vero e proprio microcosmo, vale a dire, un organismo vivente e intelligente collegato all’universo e ai mondi sottili – e dove si unisce allo Spirito Vivente, Cosmico. I mondi nascosti dietro questo sonno cercano di isolare l’uomo dal mondo invisibile e dalla potenza dello Spirito. Essi vogliono che l’uomo non sia altro che un corpo fisico, sempre più meccanico e robotico. Il problema principale che queste intelligenze devono affrontare è che non si possono riprodurre i cinque sensi umani e l’Intelligenza che vi è nascosta in essi e che collega l’uomo alla sua anima.
Esse non vogliono che l’uomo abbia un accesso cosciente con l’anima. Sanno che attraverso i sensi del corpo, la coscienza può risvegliarsi all’anima e alla sua Intelligenza Superiore. Cercano pertanto di invadere i sensi umani per interrompere la comunicazione con la Coscienza Superiore. Il problema di queste intelligenze è che non possono rimuovere i sensi poiché allora anch’esse perderebbero la Luce che vogliono rubare all’uomo. È per questo che si servono dell’influenza dell’ipnosi, della suggestione e della menzogna. Esse immergono gli uomini in uno stato di letargia e sonnambulismo, invadendo i sensi con la magia. L’uomo, così manipolato, crede di essere lui stesso a pensare, a sentire, a sognare, a volere, a decidere: ma è un’illusione, una magia, un condizionamento.

La chiave per la connessione alla Luce: purificare i 5 Sensi

Questa intelligenza – che il Maestro San Giovanni chiamò “la bestia” nella sua Apocalisse – non ha ancora trionfato e la sua influenza non è completa. Ma non dobbiamo sottovalutare il suo ascendente attraverso gli effetti della tecnologia. Per contrastarla dobbiamo purificare i nostri cinque sensi e condurli verso una vera relazione con l’anima. Non c’è niente di più bello e di più vero di un essere che vive in armonia con la sua anima attraverso i cinque sensi purificati, nobilitati, desti e vivi. Quest’uomo è collegato alla Luce. I nativi Americani rifiutavano di essere fotografati perché ritenevano che, in questo modo, la loro anima gli sarebbe stata derubata. I bianchi, nella loro solita volgarità, risero della loro ignoranza – ma c’era una scienza sottile e reale dietro a tale credenza. Questi mondi sono avidi dell’anima umana. Per loro si tratta di un mistero insondabile. L’anima dell’uomo è Dio stesso. Esse aspirano ad impadronirsene per avere la vita, per esistere. Senza la presenza dell’uomo, queste forze non possono sopravvivere. Questo è il motivo per il quale vogliono controllare l’uomo e la Luce che è in lui e che è il principio stesso della sua evoluzione. Controllando l’evoluzione dell’uomo, queste forze pensano di poter dirigere il loro futuro e il loro mondo verso l’eternità. Per poter diventare questa luce, hanno messo l’uomo in uno stato di suggestione ipnotica. Esse costruiscono un mondo falso ingannando i sensi dell’uomo – così da separarlo dalla Realtà profonda e dalla Natura Vivente. Perdendo il contatto con la Natura, l’uomo ha dimenticato la sua propria natura e ha coltivato in sé l’illusione, un falso “sé”, una menzogna. La stupidità cresce nelle relazioni, nella vita, che è sempre più costruita e artificiale.

Una magia discesa nel piano fisico

La televisione è uno strumento di ipnosi fantastico che ha reso l’immagine animata, associandola con il suono. Essa entra nell’uomo che crede inconsciamente che ciò che sta guardando e sentendo sia vero: agisce sui suoi centri interni, sulle ghiandole endocrine, sui suoi sensi e sulle sue azioni, sui suoi comportamenti, atteggiamenti, sulla sua coscienza, sulla sua sensibilità, sulle sue credenze e sulle sue opinioni. Allora, l’uomo si separa dalla sua anima, poiché le immagini della televisione si impadroniscono del suo corpo e creano il loro futuro corpo, la loro reincarnazione. Gli esseri che sono dietro a questa tecnologia non cercano semplicemente di distrarre l’uomo, piuttosto tentano di congelarlo nella materia attraverso una conoscenza magica che è discesa sul piano fisico. È un indottrinamento, non più fondato su un’esperienza vivente dell’anima, sul discernimento e l’elaborazione, ma su un’aggressione. Certamente questa tecnologia non è da rifiutare in toto. Nel mondo attuale può essere utile per tenersi informati o per distrarsi con un film – non è questo il punto.

Non dobbiamo diventare fanatici e coltivare una paura cieca e accecante, ma non dobbiamo più credere a tutto quello che ci viene detto. È evidente che dietro alla tecnologia del mondo moderno stia emergendo un’intelligenza che aspira a prendere possesso della vita dell’uomo. Vedi, il punto non è rifiutare la tecnologia moderna, ma prestare attenzione e comprendere cosa vuoi nella vita per te stesso, per quelli che ami e per le generazioni future. Mentre un uomo si trova di fronte allo schermo della televisione, una luce artificiale entra in lui, nella sua testa, mescolandosi con la sua intelligenza, concentrandosi attorno ad alcuni centri vitali e in questo modo lo ipnotizza. Questo non significa che essa addormenti l’uomo: essa cattura la sua attenzione nel falso e nell’accettazione di ciò che è falso, impedendo alla sua vera luce di passare e manifestarsi. Se una persona guarda la televisione per più di tre ore, è pervasa da questa luce artificiale per ventiquattro ore. Questa luce fa in modo che le immagini che lui vede davanti a sé creino il suo mondo interiore. In questo modo, anche quando andrà verso la Luce della vita, continuerà ad alimentare questo mondo creato in lui perché non avrà più accesso alla vera Luce e alla sua Intelligenza Universale. La luce ingannevole, illusoria, addormenta la sua intelligenza, il suo pensiero, la sua sensibilità di anima immortale consentendo così agli esseri oscuri, che hanno degli interessi a insediarsi in lui, di catturare e rubare il messaggio nascosto dell’anima.

Dubito che questo insegnamento possa impressionare chi pensa già che la morte sia più forte della vita e che crede che non ci sia nulla dietro alle cose, che non sia importante, che un televisore non sia altro che un televisore. Il pensare che non ci sia niente in una parola, in un’immagine, in un’azione, corrisponde a donare la forza della mente alla morte.
Il fatto di accendere la televisione è un atto che dovrebbe essere consapevole, niente più. Oggi gli uomini sono cresciuti con questo gesto automatico a tal punto da parlare di “figli della televisione”. Le influenze che sono nascoste dietro a queste tecnologie multimediali, sono riuscite ad addormentare l’uomo quasi completamente nei suoi centri sottili, in quanto hanno posto in essi rumore, suoni e una certa musica, così da entrare ancora più profondamente nella psiche umana. L’Intelligenza Universale non si può esprimere attraverso una macchina perché, per manifestarsi, ha bisogno dell’anima. Una macchina non ha anima, questa è la differenza.

Le influenze che addormentano la coscienza

Gli uomini devono prestare molta attenzione per individuare le modalità con cui vengono addormentati e separati da un contatto vivente con un’Intelligenza Superiore ed uno Spirito Universale Vivente. Nella Nazione Essena, i sensi vengono purificati e nobilitati con ritiri in seno alla Natura vivente. In quei luoghi, in un ambiente propizio, cerchiamo di rimuovere tutte queste influenze che affliggono gli esseri umani ogni giorno, che creano il mondo e addormentano la coscienza della vera Luce. Le forze oscure hanno tratto questa scienza dai templi dove l’arte dell’ipnosi veniva insegnata. I farmaci agiscono allo stesso modo. Per esempio, si prende un’aspirina per dire al cervello di non sentire più dolore, il cervello riceve l’informazione e il dolore svanisce, ma non è la verità: è una menzogna, in realtà il dolore è ancora lì, sono i sensori vitali che si sono addormentati. Questi sensori sono indispensabili per la vita e per il buon funzionamento del corpo; neutralizzarli sistematicamente può essere dannoso perché il male, così facendo, potrà radicarsi con forza. Quando il corpo è in armonia, è calmo, può andare verso l’anima e il Mondo Divino: questo è il suo scopo, la sua felicità. Così, l’ipnosi consiste nell’addormentare una parte del cervello e dei sensi dell’uomo in modo che una falsa informazione possa circolare ed agire. Non sono gli esseri di Luce a fare questo, si tratta di gerarchie oscure che hanno l’interesse di governare, schiavizzare e rubare le anime degli uomini. Esse vogliono creare gli uomini artificialmente, ma non ci riescono. Sanno che se l’uomo artificiale non ha i cinque sensi, esse non potranno recuperare l’intelligenza delle loro creature e quindi la loro coscienza ne risulterà limitata.

Mantenere un libero accesso al mondo superiore dell’anima

È importante dunque rimanere vigili difronte alla tecnologia moderna, non per rifiutarla, ma per padroneggiarla e non lasciarci quindi invadere inconsciamente. Non dovremmo esporci troppo a lungo di fronte a false luci. Non solo queste luci indeboliscono il nostro corpo fisico, ma impediscono alla Luce dell’Intelligenza Superiore di manifestarsi. Esse agiscono come l’aspirina: creano un corto circuito nei barometri vitali che indicano il buon equilibrio del corpo e individuano le aree dove avvengono dei problemi. Se vengono disattivati i corpi sottili in te, sarà la stupidità ad entrare nella tua vita. Guarderai la televisione per sapere che cosa devi pensare, cosa comprare, come vivere; ti ammalerai e questa falsa intelligenza ti installerà degli organi artificiali. I sensi sono legati agli organi dell’uomo così come all’Intelligenza Divina che li ha creati. Se la base dell’essere e della vita viene distrutta, l’umanità non potrà più ascendere ai vertici del Puro Spirito. Saranno le macchine che calcoleranno e penseranno per l’uomo.

L’ispirazione e il contatto diretto con l’Intelligenza divina scompariranno.

Certamente non si tratta di non guardare più la televisione o ascoltare la radio, ma solo di rimanere vigili nei confronti delle scoperte della scienza moderna, dato che non si conoscono gli effetti a lungo termine sulla salute e sull’evoluzione dell’umanità. Il collegamento con la televisione o la radio trasforma l’uomo in una sorta di antenna che capta la stessa lunghezza d’onda trasmessa dal dispositivo, influenzando il pensiero a sua insaputa, il suo modo di vivere, il suo umore, il suo modo di vedere il mondo, la sua struttura psichica. La conseguenza di questo è una diminuzione delle facoltà percettive e la degenerazione del sistema nervoso. A forza di trasmettere le onde nello scheletro, si produce un tale cambiamento che l’uomo non ha più bisogno di un dispositivo per captare la radio o la televisione. L’uomo non si rende conto che nella vita quotidiana si è trasformato in una radio vivente che capta programmi che non interessano al suo vero Essere Eterno. Queste onde e programmi hanno una grande influenza sulla vita quotidiana dell’uomo e sul suo inconscio e finiscono per creare in lui un essere artificiale, nel quale egli si identifica, impedendo così la manifestazione del suo vero Essere naturale. Certo, una tale malattia si manifesta unicamente nella persona che si limita a ricevere informazioni senza filtrarle attraverso la saggezza. Un discepolo deve dunque rimanere vigile davanti a queste onde, al fine di evitare di condurle troppo spesso nel suo scheletro. Egli dovrà piuttosto imparare a connettersi consciamente agli alti programmi dello Spirito Divino che abita il tempio della Natura Vivente.

È molto difficile spiegare queste cose con una reale chiarezza, ma se fate attenzione a tutti i vostri pensieri e a ciò che accade in voi durante la giornata, potrete comprendere. Osservate allo stesso modo anche le canzoni che canticchiate senza porvi attenzione. Con i satelliti e la comunicazione elettronica e digitale, questo fenomeno si amplificherà nei prossimi anni. È per questo che dovete allenarvi a governare la vostra radio interiore verso il canto degli uccelli, le risa dei bambini, la musica dei ruscelli, del vento che soffia fra gli alberi e del sole che splende sulla Terra. Sentite la Natura che, toccata dalle influenze della primavera, comincia ad animarsi, ad inverdirsi, a fiorire. È il momento giusto per unirsi con tutte queste forze sottili, delicate eppure così potenti. Dirigere le proprie antenne radio verso onde che fanno sviluppare i germogli e apparire fiori profumati, è un mezzo potente per conoscere altri programmi e può perfino farci scoprire un tesoro nascosto che può cambiare la nostra vita. Imparare ad essere veramente se stessi, allontanandoci dall’essere artificiale, dalla società e dalla sua educazione, è difficile, è la grande arte iniziatica. Per questo, dobbiamo imparare a superare noi stessi, rinnovarci, ringiovanire, a compiere degli sforzi per aprirci, essere spontanei, manifestarci nel piano dell’intuizione, nel non sapere, nella danza, nell’improvvisazione. Sappi che tu sei prezioso, sappi che la tua anima, i tuoi sensi, la tua intelligenza, i tuoi organi, il tuo corpo, le tue attività, le tue capacità di produrre sono desiderate. Riconosci ciò che è prezioso in te e prenditene cura; non lasciare il tuo tesoro alla portata del ladro di luce. Se tu credi che solo il tuo corpo sia vivo, allora certamente sei perso, ma se credi nella tua anima, allora agisci in conformità di ciò che credi, collegati con la coscienza e opera per la Luce!

Olivier Manitara