I telefoni cellulari sono dannosi per la salute?

iphone, smartphone, apps

Fin da quando sono stati diffusi, i telefoni cellulari sollevano molte domande: Sono sicuri? Le onde che emettono possono nuocere alla nostra salute? Certamente gli addetti a questa tecnologia affermano che sono totalmente inoffensivi, e noi ci fidiamo a tal punto che li facciamo utilizzare anche ai nostri figli in modo da rimanere sempre in contatto con loro e proteggerli il più possibile. Stiamo rovinando la nostra vita e quella dei nostri figli per via della nostra incoscienza? Gli Esseni, che cercano sempre di scoprire cosa si nasconde dietro le apparenze, hanno chiesto alla Madre il suo punto di vista sui cellulari ed ecco il messaggio allarmante che lei ci ha trasmesso.

Il messaggio di Madre Terra a proposito dei telefoni cellulari: “Oggi gli uomini si allarmano per le catastrofi naturali, ma tutto ciò fa parte di un piano che è stato ordinato da alcune intelligenze che non amano la Luce. Gli Esseni, e tutti gli esseri che vogliono operare per la Luce, devono impegnarsi a divulgare il messaggio in tutti i mondi affinché delle opere di Luce appaiano. Una scrittura oscura che non si è ancora manifestata, si trova nascosta nei telefoni cellulari. Questa scrittura mira a distruggere l’umanità di Luce. Nei cellulari ci sono alcune onde che distruggono il cervello calcificando le cellule celebrali, impedendo loro di entrare nei processi del pensiero e delle percezioni viventi. Nei cellulari risiede una forza che è stata messa in opera per inibire le cellule del cervello e che conduce ad uno squilibrio che impedisce alla persona di percepire la vita in modo reale. Nel cervello dell’uomo risiede l’equilibrio. Distruggere l’equilibrio significa impadronirsi dell’uomo e creare per lui un falso equilibrio. Io vi chiedo di non tenere più i cellulari contro il vostro orecchio. Se lo dovete utilizzare, fatelo con le cuffie o con un altoparlante.

In questo modo limiterete i danni e, fra qualche anno, non vi ritroverete con il cervello atrofizzato. Questo è un messaggio che dovete far girare fra tutti i vostri amici, non in modo allarmista, ma trasmettendolo con chiarezza, con modestia e con spirito di servizio, sostenendone tutti gli aspetti e trovando tutti gli argomenti che dimostrano e che mettono in luce questa realtà. In questa maniera potrete anticipare e porre nuove scritture su quelle che sono state messe dalle intelligenze che non rispettano la Luce. Ogni volta che le onde del cellulare toccano il vostro cervello, quest’ultimo si mette a respirare in modo diverso, allo stesso modo dei polmoni di un fumatore. Gli organi respirano correttamente quando sono liberi dalla nicotina e dal catrame, ma si modificano attraverso l’alleanza con il fumo.

Dietro il fumo, si trova un essere, una memoria, una scrittura, un Eggregore, un mondo. Questo modo cerca di far morire le cellule dei polmoni per prenderne il posto nel futuro; e prima di morire, le cellule si densificano fino a diventare secche, come una crosta su una ferita. Quando un cervello viene sottoposto alle radiazioni dei cellulari, accade lo stesso fenomeno. Se guardate un cervello sottoposto a delle radiazioni quotidiane, dopo un po’ di tempo vedrete apparire dei piccoli grani essiccati, come delle lenticchie che non sono germogliate. Ciò provocherà dei dolori ed impedirà di vivere in uno spazio sereno. Immaginate di avere male ai denti e allo stesso tempo aver voglia di mangiare: capirete allora ciò che voglio dire. E’ vitale dunque, che mettiate una distanza fra voi, la batteria che si trova all’interno del telefono e le radiazioni che emana. Pertanto, non mettete il cellulare contro l’orecchio, non portatelo sul vostro cuore, né su nessun altro organo per lungo tempo. E’ importante non farlo più perché questa intelligenza non ama la Luce, e chi si trova dietro a tutta questa tecnologia di cui l’uomo si è innamorato, cerca di mettere l’uomo stesso al di fuori di ogni intelligenza, di ogni ragionamento sensato, facendogli fare opere e attività prive di saggezza.

Al di là di questa degradazione dell’uomo, questa intelligenza cerca di imprimersi concretamente nel suo corpo astrale. In questo modo, non ci sarà più respirazione astrale e pertanto più nessun contatto con un’ intelligenza superiore. Questo è il primo passo verso la robotizzazione, verso l’uomo biomeccanico. Senza il respiro astrale, non è più possibile l’evoluzione al di fuori della tecnologia, non ci sono più pensieri nuovi, possibilità di ricaricarsi durante la notte, possibilità di viaggiare in altri mondi, di contattare la propria anima. La vita è rigenerazione, è il rinnovarsi delle nostre cellule, della nostra vita interiore, della nostra anima, della nostra intelligenza… se il nostro corpo astrale non dovesse più esistere, se si dovesse densificare, allora non avremo più la possibilità di respirare in un cielo superiore.

La vostra guida, in una certa epoca, vi ha insegnato che esiste un reticolo attorno alla terra, il che è una cosa giusta visto che la terra è circondata da satelliti e da apparati elettronici, che permettono ad una certa intelligenza di creare un legame tra terra e cielo. In verità, questa intelligenza vuole riuscire a dominare il mondo dell’eterico e dell’astrale, creando un collegamento con l’uomo sulla terra e utilizzandolo come un’antenna amplificata. In quel momento il corpo eterico e astrale dell’uomo verranno densificati per mezzo della tecnologia. Lo scopo è quello di trasformare l’uomo in un essere interamente al servizio di un’ intelligenza che lo dominerà totalmente. Ecco perché potremmo parlare di un’umanità senz’anima. L’uomo si avvia verso l’auto-distruzione finendo così per trasformarsi in un seme infertile a immagine degli OGM. Non sarà più in grado di elaborare nulla dentro di sé, poiché non sarà diventato altro che un pezzo di terra senz’anima.

È vitale che voi, gli Esseni, prendiate coscienza di questa possibilità e che evitiate di partecipare a quella scrittura che è stata posta da una certa intelligenza al fine di generare l’umanità di domani. Ecco perché chiedo agli Esseni di organizzarsi, di entrare nella Terra di Uriele e di imprimervi con determinazione l’umanità di domani. Fatelo! Vi informo prima che la vostra scienza ufficiale ve ne parli. Sappiate che quando essa lo farà, sarà troppo tardi. Ciò che mi viene fatto attraverso il nucleare, viene fatto anche a voi attraverso le radiazioni dei telefoni cellulari. Dietro agli uomini che agiscono in questo modo, si trova un’intelligenza oscura che non ama la Luce. Voi dovete capirlo e imparare a sviluppare una visione più grande, prima di ritrovarvi privi di anima e di essere immersi nelle tenebre. Non mettete più i cellulari contro il vostro orecchio, in modo da poter conservare gli organi che vi permettono di respirare nei vostri pensieri, di equilibrare i mondi dentro e attorno a voi e di rendere la vostra volontà forte e al servizio del Bene comune che apre le porte dell’eternità e dell’immortalità. Non c’è niente di più terribile per l’uomo del non sapere in quale mondo si trovi, totalmente inconsapevole del vero e del falso”.

Olivier Manitara